Appuntamenti

Promozione di iniziative

LABORATORIO D’ARTE di GRUPPO “Nel labirinto di Minosse”.

  • June 20, 2020 9:18 am

LABORATORIO D’ARTE Nel GRUPPO DI AUTO-AIUTO presso il collettivo antipsichiatrico ANTONIN ARTAUD “Nel labirinto di Minosse”.

Riprende il gruppo di auto-aiuto attraverso percorsi espressivi di Musicarterapia nella Globalità dei Linguaggi (GdL). Il laboratorio è gratuito e si tiene MARTEDI 23 GIUGNO 2020 alle 18.00. Ritrovo all’ingresso del parco comunale in Via Garibaldi 72. Per info: 3357002669 – Collettivo “Antonin Artaud” , 3331104379 – Lisa Doveri – MusicArterapeuta nella Gdl.

Il laboratorio nasce dall’idea di creare un gruppo di pari che si sostiene a vicenda senza autorità e non propone pertanto nessuna terapia alternativa. La presenza della musicArterapeuta ha come finalità quella di e-durre, cioè di tirare fuori, di promuovere l’espressione e la comunicazione con tutti i linguaggi creando i presupposti per il benessere e la crescita dell’individuo attraverso percorsi di auto-aiuto nel gruppo. Le attività rappresenteranno occasioni per conoscere sé stessi, i propri potenziali tracciando quindi un percorso individuale e di gruppo attraverso il piacere dell’espressione di sé nel gruppo: la parola “piacere” viene da placet, placenta, ed è così che in un vissuto di gruppo, che diventa grembo sociale, non giudicante, che ognuno può riscoprire o rafforzare il piacere personale di vivere. Promuove pertanto la crescita e lo sviluppo attraverso la musica, il movimento, il gioco, la produzione creativa, la capacità di improvvisazione con momenti di sdrammatizzazione, alla scoperta di nuovi canali espressivi partendo dal corpo, capace di comunicare sempre e comunque. L’intento è quello quindi di attivare il più possibile la creatività personale, facendo riemergere i potenziali inespressi contenuti in ognuno di noi, attraverso il gruppo che metterà al centro la persona rendendolo protagonista di una storia unica e personale, che viene così valorizzata.
La Globalità dei Linguaggi (GdL) è una disciplina della comunicazione e dell’espressione con tutti i linguaggi, più precisamente una disciplina formativa nella comunicazione ed espressione degli e fra gli esseri umani, con finalità di ricerca, educazione, animazione, terapia. Il campo, l’oggetto specifico della disciplina è precisamente la comunicazione e l’espressione degli e tra gli esseri umani. “Con tutti i linguaggi” o “globalità dei linguaggi” significa anzitutto apertura e disponibilità a tutte le possibilità comunicative ed espressive, verbali e non verbali senza previe esclusioni. In questo senso la Gdl assume un significato antropologico, bio-fisio-psicologico e sociale.
Il gruppo di auto-aiuto si inserisce in questo contesto nelle attività del collettivo antipsichiatrico e in continuità con le attività che la Globalità dei Linguaggi percorre da ormai 40 anni. La Gdl nasce infatti proprio come pratica antipsichiatrica negli anni ottanta, dall’esigenza dell’ideatrice del metodo, Stefania Guerra Lisi, di aiutare la figlia Elvira, celebrolesa e autistica dalla nascita. Partendo dal corpo come “corpo sensibile” in comunicazione emo-tonica costante, la GdL mette tutti su un piano comune, per cui abbiamo tutti competenze a potenzialità comuni, pur presentando situazioni psico-fisiche diverse. L’altro viene percepito come parte integrante dello stesso, cioè di noi. Nel momento in cui noi abbiamo questa percezione, pur rispettando l’altro nella sua diversità, lo integriamo nella possibilità di condividere la nostra amicizia. Questa è la premessa sostanziale perché non ci sia la violenza intesa come appropriazione e spossessamento dell’identità dell’altro. I comportamenti dell’altro acquisiscono inoltre un valore diverso, e anche quando sembrano apparentemente insensati la Gdl, dà comunque “senso al nonsenso”, partendo e passando dal corpo che esprime un’innata voglia di vivere e di sopravvivere.

RIPRENDE il LAB di ASCOLTO PROFONDO venerdì 6/03

  • February 26, 2020 8:37 am

Riprende il gruppo di ascolto profondo c/o la sede del collettivo Artaud in via S. Lorenzo 38 a Pisa. Per info: 338/2251723 (Anna).

Chi è interessato può iscriversi a questo indirizzo: antipsichiatriapisa@inventati.org

Il primo incontro è fissato per venerdì 6 marzo 2020 c/o la sede del collettivo Artaud

 

 L’ascolto profondo è nato nella seconda metà degli anni ottanta dall’esperienza terapeutica

dello psichiatra e psicoterapeuta americano Jerome Liss come espressione del “Self-help” terapeutico a suo tempo da lui sperimentato nelle comunità antipsichiatriche inglesi e si

è diffuso ben presto in ventidue paesi del mondo.

Il metodo” biosistemico” a cui fa riferimento questo tipo di ascolto ci viene delineato così

da J. Liss: “Nel sistema-uomo io posso agire, pensare o pulsare, lasciando indipendenti

questi tre sistemi, ma quando essi si saranno incontrati, io entrerò in una nuova dimensione: un’emozione”. Se aggiungiamo all’attività di pensiero ed esplorazione del significato anche l’aspetto viscerale e muscolare delle emozioni, arriviamo a “pensare con il nostro corpo” come nella pratica Zen. A differenza della psicanalisi che individua nella terapia il momento di recupero individuale o della psichiatria che  grazie ai due aspetti psicoterapeutico e psicofarmacologico costruisce il suo anello di Saturno intorno al “paziente”, la Biosistemica  pone l’auto-aiuto come metodo non-invasivo di auto-superamento  e soluzione dei conflitti, esplorazione profonda di sé ed esternazione di nuove prospettive di cambiamento. Con il gruppo come catalizzatore “attivo” il soggetto protagonista delle proprie emozioni sperimenterà via via nuove capacità relazionali e comunicative utilizzando varie tecniche: la vitalizzazione guidata della curva energetica, la comunicazione ecologica, l’apprendimento attivo, l’utilizzo della parola-chiave, il role-playing, l’identificazione verbale e non-verbale. Le mappe di pensiero e gli input di facilitazione della conduttrice, insieme alla “sospensione del giudizio” nel rispetto reciproco, contribuiranno alla costruzione di una nuova critica costruttiva e conoscitiva della comunicazione di gruppo e intraindividuale.

VICOPISANO: sab 29/02 presentazione di DIVIETO D’INFANZIA c/o Circolo Arci ORTACCIO

  • February 11, 2020 1:34 pm

a VICOPISANO SABATO 29 FEBBRAIO 2020 c/o Circolo Arci ORTACCIO
in via Loris Baroni, 14 alle ore 17:30

il Collettivo Antipsichiatrico Antonin Artaud Presenta il libro:
“DIVIETO D’INFANZIA. PSICHIATRIA, CONTROLLO, PROFITTO”
di Chiara Gazzola e Sebastiano Ortu , Edizioni BFS.

A seguire APERITIVO

Per info: antipsichiatriapisa@inventati.org

sab 8/02 DJ SET ELETTRO TECNO con WANAGANA RED NOYZE c/o S.A. Newroz

  • February 5, 2020 6:44 pm

PISA SABATO 8 FEBBRAIO c/o Spazio Antagonista NEWROZ in via Garibaldi 72

Dopo lo spettacolo “LA TERAPIA DEL FULMINE” di WU MING CONTINGENT

DJ SET ELETTRO TECNO con WANAGANA RED NOYZE

Per info: antipsichiatriapisa@inventati.org

PISA: sab 8/02 LA TERAPIA DEL FULMINE di WU MING CONTINGENT c/o S.A. Newroz

  • January 14, 2020 10:09 am


PISA SABATO 8 FEBBRAIO c/o Spazio Antagonista NEWROZ in via Garibaldi 72 alle ORE 21:30
Il Collettivo Antipsichiatrico Antonin Artaud e 
il Newroz presentano:
LA TERAPIA DEL FULMINE lettura concerto del WU MING CONTINGENT

<<Lo spettacolo, a cura del Wu Ming Contingent, racconta il rapporto tra elettricità e follia, dai tempi delle streghe fino ai giorni nostri, passando per la Prima Guerra Mondiale, lo studio di Cerletti, le idee di Basaglia, le parole di Lou Reed, Ernest Hemingway, Janet Frame, i documenti d’archivio.>>

Alle ore 20 APERICENA
Per info: 
antipsichiatriapisa@inventati.org

PISA: ven 31/01 presentazione di LE SCARPE DEI MATTI c/o Aula Magna di Scienze politiche

  • January 10, 2020 6:34 pm

PISA VENERDI 31 GENNAIO c/o l’aula magna della facoltà di SCIENZE POLITICHE
in via serafini 3 alle ore 17
il Collettivo Antipsichiatrico Antonin Artaud, in collaborazione con Aula R, presenta:

il libro “LE SCARPE DEI MATTI ”

di Antonio Esposito
edizioni Ad Est dell’Equatore
sarà presente l’autore

per info  antipsichiatriapisa@inventati.org

2 presentazioni di “DIVIETO D’INFANZIA” : ven 17/01 a MILANO e sab 18/01 a TORINO

  • January 5, 2020 12:29 pm

nel mese di GENNAIO 2 PRESENTAZIONI di

“DIVIETO D’INFANZIA. PSICHIATRIA, CONTROLLO, PROFITTO” di Chiara Gazzola e Sebastiano Ortu , Edizioni BFS.

iniziative promosse da SpotelloTiAscolto:

a MILANO VENERDì 17 GENNAIO c/o Circolo Arci LATO B viale Pasubio 14 alle ore 21

Interverranno: Chiara Gazzola, Sebastiano Ortu, Matteo Caletti e il Collettivo Antipsichiatrico Antonin Artaud

a TORINO SABATO 18 GENNAIO c/o Polo Culturale Lombroso 16 in via Cesare Lombroso 16 alle ore 17:30

interverranno: Chiara Gazzola, Sebastiano Ortu, Giuseppe Virciglio e il Collettivo Antipsichiatrico Antonin Artaud

PISA sab 11/01 presentazione di “DIVIETO D’INFANZIA” c/o Caracol

  • December 27, 2019 4:52 pm

PISA SAB 11 GENNAIO 2020 c/o Circolo Arci CARACOL in via 64 alle ore 18

Presentazione del libro:

“DIVIETO D’INFANZIA. PSICHIATRIA, CONTROLLO, PROFITTO”

di Chiara Gazzola e Sebastiano Ortu , Edizioni BFS.

Dialoga con gli autori Sabrina Pezzini.

Letture di Alessandro Benassi in collaborazione con il Collettivo Antipsichiatrico Antonin Artaud

 

Inaugurazione Mostra DELIRIUM OF BEAUTY

Photographer Alessio Mariotti, in frame Federica Gado

A seguire APERICENA/DJ SET Disease & Rozza dalle 20

LABORATORI “D’ARTE-ARTAUD” sabato 30/11 ore 18 c/o sede Collettivo Artaud a Pisa

  • November 25, 2019 7:10 pm

LABORATORI ”D’ARTE-ARTAUD”

“Persona e personaggio – attraverso gli archetipi jungiani scopriamo il proto-agonista che c’è in noi”

Riprende il gruppo di auto-aiuto attraverso percorsi espressivo-corporei nella Globalità dei Linguaggi (GdL). Il laboratorio è gratuito e si tiene SABTO 30 NOVEMBRE 2019 alle 18.00 presso la sede del Collettivo Antipsichiatrico “Antonin Artaud” in Via San Lorenzo 38, Pisa.

 Per info: 3357002669 – Collettivo “Antonin Artaud” , 3331104379  – Lisa Doveri – MusicArterapeuta nella Globalità dei Linguaggi (GdL), metodo Stefania Guerra Lisi

 Il laboratorio nasce dall’idea di creare un gruppo di pari che si sostiene a vicenda senza autorità e non propone pertanto nessuna terapia alternativa. La presenza della musicArterapeuta  ha come finalità quella di e-durre, cioè di tirare fuori, di promuovere l’espressione e la comunicazione con tutti i linguaggi creando i presupposti per il benessere e la crescita dell’individuo attraverso percorsi di auto-aiuto nel gruppo.  Le attività rappresenteranno occasioni per conoscere sé stessi, i propri potenziali tracciando quindi un percorso individuale e di gruppo attraverso il piacere dell’espressione di sé nel gruppo: la parola “piacere” viene da placet, placenta, ed è così che in un vissuto di gruppo, che diventa grembo sociale, non giudicante, che ognuno può riscoprire o rafforzare il piacere personale di vivere. Promuove pertanto la crescita e lo sviluppo attraverso la musica, il movimento, il gioco, la produzione creativa, la capacità di improvvisazione con momenti di sdrammatizzazione, alla scoperta di nuovi canali espressivi partendo dal corpo, capace di comunicare sempre e comunque. L’intento è quello quindi di attivare il più possibile la creatività personale, facendo riemergere i potenziali inespressi contenuti in ognuno di noi, attraverso il gruppo che metterà al centro la persona rendendolo protagonista di una storia unica e personale, che viene così valorizzata.

La Globalità dei Linguaggi (GdL) è una disciplina della comunicazione e dell’espressione con tutti i linguaggi, più precisamente una disciplina formativa nella comunicazione ed espressione degli e fra gli esseri umani, con finalità di ricerca, educazione, animazione, terapia. Il campo, l’oggetto specifico della disciplina è precisamente la comunicazione e l’espressione degli e tra gli esseri umani. “Con tutti i linguaggi” o “globalità dei linguaggi” significa anzitutto apertura e disponibilità a tutte le possibilità comunicative ed espressive, verbali e non verbali senza previe esclusioni. In questo senso la Gdl assume un significato antropologico, bio-fisio-psicologico e sociale.

Il gruppo di auto-aiuto si inserisce in questo contesto nelle attività del collettivo antipsichiatrico e in continuità con le attività che la Globalità dei Linguaggi percorre da ormai 40 anni. La Gdl nasce infatti proprio come pratica antipsichiatrica negli anni ottanta, dall’esigenza dell’ideatrice del metodo, Stefania Guerra Lisi, di aiutare la figlia Elvira, celebrolesa e autistica dalla nascita. Partendo dal corpo come “corpo sensibile” in comunicazione emo-tonica costante, la GdL mette tutti su un piano comune, per cui abbiamo tutti competenze a potenzialità comuni, pur presentando situazioni psico-fisiche diverse. L’altro viene percepito come parte integrante dello stesso, cioè di noi. Nel momento in cui noi abbiamo questa percezione, pur rispettando l’altro nella sua diversità, lo integriamo nella possibilità di condividere la nostra amicizia. Questa è la premessa sostanziale perché non ci sia la violenza intesa come appropriazione e spossessamento dell’identità dell’altro. I comportamenti dell’altro acquisiscono inoltre un valore diverso, e anche quando sembrano apparentemente insensati la Gdl, dà comunque “senso al nonsenso”, partendo e passando dal corpo che esprime un’innata voglia di vivere e di sopravvivere.

PISA: ven 6/12 presentazione Agenda Scarceranda 2020 e del libro “ESCLUSI DAL CONSORZIO SOCIALE” c/o S.A. Newroz

  • November 21, 2019 4:18 pm

PISA VENERDì 6 DICEMBRE c/o Spazio Antagonista NEWROZ in via garibaldi 72 alle ore 18

“ESCLUSI”

Presentazione dell’Agenda Scarceranda 2020 e del libro “ESCLUSI DAL CONSORZIO SOCIALE” con:

  • Salvatore Ricciardi, redazione RadioOndaRossa (ROMA)e autore del libro
  • Collettivo Antipsichiatrico Antonin Artaud (PISA)