da Marcelllo Riva: “SE NON CONOSCI LA MIA STORIA NON GIUDICARE LA MIA VITA”

  • April 15, 2015 11:32 am

RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO LA STORIA di MARCELLO.

sotto trovate una breve premessa e l’allegato con la sua storia.

Collettivo Antipsichiatrico Antonin Artaud-Pisa

 

da e di MARCELLO RIVA

” SE NON CONOSCI LA MIA STORIA NON GIUDICARE LA MIA VITA “

Questa è la mia storia o parte dì essa: certamente quella che più mi ha segnato, quella che più cicatrici nell’anima mi ha lasciato.
Partecipando alla manifestazione tenutasi a Reggio Emilia il 28 aprile 2015 contro gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari e, “cercando” di rimanere “nell’ombra” a tratti piangendo sotto gli occhiali sperando di non essere notato neppure dagli “addetti ai lavori”, mi sono accorto di ciò da cui eravamo circondati, cioé dalla paura, dall’indifferenza del pregiudizio da cui tanto mi son tenuto nascosto in questi ultimi anni: molte volte tante persone mi hanno chiesto di portarla alla luce come esempio.
Ma dove trovavo il coraggio quando alcune affermando di combattere stigma e pregiudizio ne avevano nei miei stessi confronti?
Mi accorsi che vi sono UOMINI e DONNE che non hanno paura di metterci la faccia e di aprirsi addirittura con entusiasmo e ironia come Sabatino Catapano, autore del libro IL SOPRAVVISSUTO che mi riprometto di leggere appena possibile perché tale mi considero a differenza di quegli UOMINI e quelle DONNE che nel SADISMO nell’INDIFFERENZA ci sono MORTI mi impegno da ora a non più nascondermi iniziando ad uscire allo scoperto con la sola speranza che l’esperienza da me vissuta possa aiutare anche una sola persona, possa aprire anche un solo cuore.

L’EVASIONE DI SAN VALENTINO


Un pensiero vá allo scomparso
*Compagno Roma (Raffaele).


*Un abbraccio va a:

Giorgio Pompa (ora Associazione dalle Ande agli Appennini).
*A Loly per la sua presenza e protezione.
Membri dell’ex Telefono Viola di Milano. Anche quí con la speranza che qualcuno possa raccoglierne l’eredità e abbia le forze di riaprirlo.

Ultimi ma non ultimi tutti/e i componenti di:

*Rete Antipsichiatrica;
*Collettivo Rapa Viola Milano;
*Collettivo Antipsichiatrico Antonin Artaud di Pisa, autori del libro ELETTROSHOCK;
*Collettivo Universitario Bicocca;
*a chiunque si trovi in difficoltà e a chi si batte contro questa forma di tortura chiamata psichiatria.

Marcello Riva.

TrackBack URI

Leave a comment